(20-03-2014)
Mostre a Roma 2014

Elenco delle principali mostre in corso e in programma a Roma nel 2014 con link alla pagina ufficiale.

(post in continuo aggiornamento) *Aggiornato 07/04*

 

IN CHIUSURA:

II paesaggio italiano. Fotografie 1950 – 2010 al Museo di Roma in Trastevere fino al 20 aprile

Il Principe e la sua Ombra. Burattini e marionette tra Oriente e Occidente al Museo Nazionale Orientale fino al 21 aprile

Apoteosi. Da uomini a Dei. Il Mausoleo Adriano a Castel S. Angelo fino al 27 aprile

Legami e corrispondenze. Immagini e parole attraverso il '900 romano alla Galleria d'Arte Moderna fino al 27 aprile

 

IN CORSO:

Evan Gorga. Il collezionista a Palazzo Altemps fino al 4 maggio

Nomachi - Le vie del sacro al MACRO Testaccio fino al 4 maggio

D'apres Rodin. Scultura italiana del primo Novecento alla GNAM fino al 18 maggio 

Rodin. Il marmo, la vita alle Terme di Diocleziano fino al 25 maggio

Giacometti. La Scultura alla Galleria Borghese fino al 25 maggio 

Spinario. Storia e fortuna ai Musei Capitolini fino al 25 maggio

Mostri. Creature fantastiche della paura e del mito a Palazzo Massimo fino al 1 giugno

Mafai-Kounellis - La libertà del pittore al Museo Carlo Bilotti fino al 1 giugno

Alma-Tadema e i pittori dell'800 inglese al Chiostro del Bramante fino al 5 giugno

Capolavori dal Musée d'Orsay al Vittoriano fino al 8 giugno

National Geographic, 125 anni. La Grande Avventura a Palazzo delle Esposizioni fino al 13 luglio

Forma e vita di una città medievale: Leopoli-Cencellae ai Mercati di Traiano fino al 27 luglio

Frida Kahlo alle Scuderie del Quirinale fino al 31 agosto

Paolo Antonio Paschetto. Artista, grafico e decoratore tra liberty e déco a Villa Torlonia fino al 28 settembre

Enel Contemporanea 2012. Big Bambú al MACRO Testaccio fino al 31 dicembre

Enel Contemporanea 2013. Toshiko Horiuchi MacAdam. Harmonic Motion / Rete dei draghi al MACRO fino al 31 dicembre

 

IN PROGRAMMA:

Hogarth Reynolds Turner. Pittura inglese verso la modernità a Palazzo Sciarra dal 15 aprile al 20 luglio

Pasolini Roma a Palazzo delle Esposizioni dal 15 aprile al 20 luglio

Gli Etruschi e il Mediterraneo. La città di Cerveteri a Palazzo delle Esposizioni dal 15 aprile al 20 luglio

Warhol a Palazzo Cipolla dal 18 aprile a 28 settembre

1564-2014. Michelangelo. Incontrare un artista universale ai Musei Capitolini dal 28 maggio al 14 settembre

Henri Cartier Bresson all'Ara Pacis dal 25 settembre al 6 gennaio 2015

I giorni di Roma. L'età dell'angoscia ai Musei Capitolini dal 1 dicembre al 31 maggio 2015

(10-03-2014)
Guida Turistica Nazionale

*post in aggiornamento, vedi in fondo*

Con la legge 6 Agosto 2013, n.97, art. 3 in vigore dal 4 settembre 2013, sull'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea, la professione di Guida Turistica è valida su tutto il territorio nazionale, esclusi un elenco di siti considerati di particolare interesse dal ministero e per i quali è necessaria una specifica abilitazione.

Ciò vuol dire che io, o un qualunque collega munito di regolare tesserino di abilitazione, abbiamo il diritto di esercitare la professione di guida in tutta Italia, oltre che in tutta Europa. E se da un lato si ampia il mio campo d'azione dall'altro si impoverisce necessariamente la mia preparazione e la specificità territoriale della mia abilitazione alla provincia di Roma.

Per definizione la Guida Turistica guida i visitatori nella lingua da loro scelta ed interpreta il patrimonio culturale e naturale di un territorio. Possiede normalmente una qualificazione specifica per un determinato territorio. Contribuisce alla valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico, alla sensibilizzazione per il suo rispetto e conservazione, favorisce la promozione del suo territorio come destinazione turistica.

Per la ricchezza di Beni Culturali presenti nel nostro Paese, le leggi italiane avevano stabilito che le abilitazioni all'esercizio della professione di guida presuppongono la conoscenza del patrimonio presente in un ambito territoriale limitato (provinciale o regionale). È praticamente impossibile effettuare visite guidate su tutto il territorio italiano, il cui Patrimonio va dalla preistoria all'arte contemporanea e conta non meno di 200.000 Beni Culturali censiti, avendo tutte le conoscenze storiche, artistiche, e la logistica di tutte le visite, meno che mai per importanti città d'arte come Roma, Firenze, Venezia, Napoli ecc.

Le visite sarebbero generiche e superficiali e priverebbero il visitatore-consumatore di servizi di qualità e del diritto ad una corretta divulgazione del patrimonio culturale italiano.

Il dibattito su una professione che occupandosi di cultura non può rientrare nelle normali logiche di mercato è ben rappresentato, anche tramite riferimenti normativi, sul sito romano della Federagit; soprattutto per la questione dell'annullamento o meno della precedente legislazione regionale in merito, e della elaborazione ancora in corso dell'elenco di siti che manterranno l'esclusiva delle guide locali. Ovvero la legge c'è ma nessuno sa come applicarla.

Personalmente, per rispetto della professione, delle mie conoscenze e di quelle di tanti colleghi, continuerò almeno per il momento ad occuparmi solo di Roma e provincia per mantenere un servizio di qualià. Ciò non toglie che, avendo viaggiato e vissuto per anni in altre città, con una preprarazione adeguata non possa valutare richieste per altre parti d'Italia, visto che la legge me lo consente e che necessariamente mi dovrò attrezzare per non restare indietro nel settore.

Poi, se volete che vi accompagni nel maxi-tour Roma-Firenze-Napoli in un giorno e vi basta che vi legga la pagina di wikipedia, contenti voi...

 

AGGIORNAMENTO 16 gennaio

Nella proposta di legge approvata ieri alla Camera in materia di riconoscimento delle professioni culturali, si legge nel parere della commissione di "competenze regionali delle guide turistiche" e "l'opportunità di introdurre nel testo in esame una disposizione transitoria, in attesa di un riordino organico e complessivo della normativa relativa all'esercizio della professione di guida turistica, che sospenda nelle more di tale regolamentazione l'efficacia del citato articolo 3 della legge n. 97 del 2013." Nei due articoli del testo approvato però non c'è traccia di guide turistiche.

AGGIORNAMENTO 1 febbraio

in data 29 gennaio 2014 l'Onorevole Avvocato Erminia Mazzoni, Presidente della Commissione per le Petizioni Membro della Commissione per lo sviluppo regionale, ha presentato una Interrogazione Parlamentare scritta al Parlamento Europeo chiedendo i motivi per cui l'Europa ha applicato alle guide turistiche d'Italia una direttiva sbagliata, portando il governo italiano in una procedura d'infrazione ingiusta. L'onorevole chiede anche se veramente la Comunità Europea pensa che un paese come l'Italia, con un patrimonio enorme, possa veramente essere descritta da una sola guida. Infine si chiede il motivo per cui a tutti i costi si vogliono unire le due figure di accompagnatore e guida, portando inesorabilmente alla fine della nostra professione. (grazie a Maria Sannino)

Inoltre il ministero sta valutando delle norme specifiche nel nuovo decreto Valore Turismo di prossima uscita.

AGGIORNAMENTO 14 febbraio

Il decreto Valore Turismo è stato rinviato e a seguito del cambio di governo forse sarà annullato o modificato.

AGGIORNAMENTO 20 febbraio

http://www.lindro.it/economia/2014-02-21/119602-litalia-non-aiuta-le-guide-turistiche

AGGIORNAMENTO 14 marzo

Oggi sit-in nazionale di protesta a Pompei e a Firenze contro la guida nazionale

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2014/03/14/news/pompei_la_rivolta_delle_guide_sit_in_davanti_agli_scavi_proteste_contro_l_unione_europea-80973645/?ref=HREC1-12

http://www.ilsitodifirenze.it/content/574-%E2%80%9Clue-non-potendo-delocalizzare-il-patrimonio-artistico-delocalizza-le-guide-turistiche%E2%80%9D

AGGIORNAMENTO 25 marzo

La revisione della disciplina relativa alle guide turistiche discussa alla Camera è stata rinviata

(03-03-2014)
I luoghi della Grande Bellezza

In omaggio a La Grande Bellezza, vincitore dell'Oscar come miglior film straniero, una raccolta dei luoghi più o meno conosciuti, veri protagonisti della pellicola. (tutte le foto sono mie, tranne ovviamente il frame del film)

La Grande Bellezza

Gianicolo, Fontanone dell'Acqua Paola

Grande Bellezza

Terme di Caracalla

Grande Bellezza

Colosseo

Grande Bellezza

Giardino degli Aranci

Grande Bellezza

Parco degli Acquedotti

Grande Bellezza

Tempietto di S. Pietro in Montorio

Grande Bellezza

Musei Capitolini

Grande Bellezza

Villa Giulia

Grande Bellezza

Piazza Navona

Grande Bellezza

Palazzo Spada, Galleria prospettica del Borromini

Grande Bellezza

Lungotevere

Inoltre nel film compaiono Via Veneto (la passeggiata notturna fino al night, mentre la terrazza Martini si vede dal palazzo dell'INA in via Bissolati), piazza dell'Orologio, la Villa del Priorato di Malta (il buco della serratura che mostra il cupolone di S. Pietro), Villa Medici, Palazzo Barberini (la Fornarina di Raffaello), Palazzo Altemps, Palazzo Braschi, Palazzo Sacchetti (la casa del ragazzo pazzo), Palazzo Taverna (la casa dei conti a noleggio), Palazzo Brancaccio (il chirurgo estetico), il cimitero del Verano, il Salone delle Fontane all'EUR (monologo prima del funerale), la chiesa dei Ss. Domenico e Sisto (scena del funerale), il ristorante La Veranda.

QUI la mappa interattiva ufficiale di tutti i luoghi (compresi quelli tagliati dal montaggio finale) creata dal Comune di Roma con tutte le informazioni per visitarli (orari e prezzo biglietti)

Guida Turistica

Come nel film, per scoprire la grande bellezza di Roma, bisogna affidarsi a chi ha le chiavi per aprire i suoi luoghi segreti.

Questo è il lavoro della guida turistica, un professionista qualificato che studia continuamente per mettervi in contatto con il territorio, anche e soprattutto nei suoi aspetti meno conosciuti.

E se volete fare un giro, vi accompagno io! Cercate il tour nella pagina Percorsi

(25-01-2014)
XXV Giornata Internazionale della Guida Turistica

Il 21 Febbraio si celebra la Giornata Internazionale della Guida Turistica, iniziativa istituita dalla World Federation of Tourist Guide Associations e promossa in Italia dall'Associazione Nazionale Guide Turistiche.

Da 25 anni la Giornata ha come obiettivo principale quello di valorizzare la professionalità delle guide turistiche, quotidianamente impegnate a presentare a visitatori di tutto il mondo il ricco patrimonio del territorio italiano.

Lo scopo è quindi quello di far conoscere l’utilità della figura professionale della guida turistica ed incentivare un turismo più sostenibile che si spinga anche al di là degli itinerari consueti e dei luoghi di fruizione di massa.

Inoltre vuole sensibilizzare i turisti al loro diritto di pretendere che il servizio sia svolto sempre da una guida regolarmente abilitata, poichè il lavoro di guida turistica non può essere improvvisato senza le dovute conoscenze.

Per questo nei giorni tra il 17 e il 23 febbraio, le associazioni nazionali e locali organizzano VISITE GUIDATE GRATUITE in tutta Italia, sul sito della manifestazione potrete trovare tutte le iniziative previste nelle città d'Italia. (in aggiornamento)

***

Il mio contributo è una visita guidata completamente gratuita per sabato 22 febbraio:

Via Giulia. La strada del Rinascimento

Una passeggiata nel centro di Roma attraverso e attorno la prima strada moderna della città. Scopriremo la vita romana del rinascimento attraverso la vita di famiglie nobili, papi e cortigiane mantenendo sotto agli occhi gli antichi resti romani. Partenza da S.Giovanni dei Fiorentini, si prosegue lungo via Giulia, via Monserrato, piazza Farnese, con descrizione dei principali palazzi e chiese incontrati, storia e aneddoti dei personaggi legati a quei luoghi (papa Giulio II, Raffaello, Beatrice Cenci, Michelangelo) e richiami agli edifici antichi.

Appuntamento alle ore 10.30  e alle 15.00 presso Piazza dell'Oro, di fronte a S. Giovanni dei Fiorentini (mattina già tutto esaurito)

Come arrivare: da Termini bus 40 o 64 fermata Corso Vittorio Emanuele/Ponte Vittorio

Durata circa 2 ore. Massimo 20 partecipanti

Prenotazione obbligatoria info@guidaturisticaroma.net o 366 5357811 specificando nome e recapito telefonico

Link all'evento sulla pagina ufficiale della manifestazione

Link all'evento delle 10 e l'evento delle 15 sulla mia pagina Facebook

 

 

(14-01-2014)
Roma con la pioggia

Consigli per una giornata piovosa in centro a Roma: entrate al Pantheon e scoprite se davvero non piove all'interno come dicono, una capatina a S. Luigi dei Francesi per ammirare le tele di Caravaggio dedicate a S. Matteo, e poi stupitevi con la volta e la finta cupola di S. Ignazio. E se diluvia entrate nel museo di Palazzo Altemps per la sua collezione di statue antiche, allestita ancora secondo lo spirito rinascimentale.